Punta Chiappa è una piccola lingua di roccia (conglomerato del Monte di Portofino) che si protende sul mare dal promontorio di Portofino lato ponente. Fa parte del Comune di Camogli, del Parco di Portofino e dell’Area Marina Protetta.

Punta Chiappa vista dall'altoDa San Rocco, altezza 250 metri sul livello del mare, si snoda una strada pedonale a gradini, percorribile agevolmente per raggiungere questa località; lungo questo percorso si trovano diverse abitazioni e ville abitate soprattutto nel periodo estivo, ma alcune sono abitate tutto l’anno.

Il posto ha molti appassionati frequentatori, sia d’estate che d’inverno, prevalentemente durante i fine settimana, le case sono utilizzate tutto l’anno.
Scendendo, a circa metà percorso, si trova il piccolo borgo di San Nicolò di Capodimonte, la chiesetta millenaria ed alcune abitazioni, parecchie delle quali sono abitate stabilmente da famiglie.
Nella parte finale del percorso vi sono due ristoranti: “Da Drin“, e” Da Spadin“,mentre all’estremo della Punta vi è l’albergo ristorante “Stella MarisPunta Chiappa vista dal genreale.

 

 

La costa è rocciosa costituita dal conglomerato del monte, il mare è limpido e profondo ed offre spettacoli da mozzafiato.
I fondali sono ricchi di pesci, occhiate, saraghi, orate, polpi, ricciole e cernie, e sono frequentate da numerosi centri Diving.
La parte a monte é costituita dalla tipica macchia mediterranea, ed i vari microclimi favoriscono la vegetazione di flora particolare, oltre a pini marittimi e d’Aleppo, mentre i corbezzoli in autunno, con i loro frutti, sembrano alberi di Natale.
In estate, lungo tutto il percorso, sono fioriti gli oleandri e le buganvillee, che danno una macchia di colore, mentre i profumi si spandono nell’aria accompagnati dal frinire delle cicale.

 

Lord Bayron soggiornò per diverso tempo a Punta Chiappa, dedicandogli una poesia, una lapide in memoria si trova al belvedere dell’albergo Stella Maris.